ARPE SALVI

Riferendosi a un’arpa viene spontaneo associarla al nome Salvi, punto di riferimento per i musicisti fin da metà ‘800. La storia di Salvi Harps inizia infatti agli inizi del XIX secolo a Vicenza con Giranimo Salvi che dà il suo nome e l’avvio a quella che diventerà la marca di arpe numero 1 nel mondo. La tradizione di famiglia prosegue con il figlio Rodolfo, che trasferisce l’attività dapprima a Venice, nel sud Italia e poi in America, dove cresce cinque figli, tra cui : Alberto, che sarà definito dal celebre Nicanor Zabaleta come “il più grande arpista di tutti i tempi”, Aida che diventerà compositrice e arpista dell’Opera di Chicago. E Victor, che diventerà arpista della Philharmonic Orchestra di New York e della NBC Orchestra diretta da Arturo Toscanini, George Szell, Pierre Monteux, Dimitri Mitropoulos and Victor de Sabata.

A Victor Salvi suonare ai massimi livelli non è sufficiente. Presto, la sua passione artistica si fonde con quella imprenditoriale e lo porta ad assumere su di sé la responsabilità di continuare l’impresa di famiglia. Il suo sogno è creare la migliore arpa del mondo e rendere lo strumento più accessibile agli arpisti e al più vasto pubblico possibile.

A New York, con l’aiuto di alcuni artigiani, Victor Salvi punta a realizzare un’arpa che superi in qualità di suono e manifattura tutte quelle esistenti. Amplia la gamma, costruisce arpe sempre migliori e i risultati non tardano a dargli ragione.

Untitled-7

Nel 1955 si trasferisce in Italia e fonda la sua azienda in una splendida sede a Genova. È la cinquecentesca Villa Maria: il punto di riferimento per i musicisti, interessati da una linea di arpe nuova e rivoluzionaria: le arpe Salvi.

Non passerà molto tempo, prima che Victor si renda conto che il territorio più fertile per il suo progetto si trova poco più a settentrione, nel marchesato di Saluzzo. La sede successiva sarà proprio nella provincia di Cuneo e quella definitiva a Piasco, all’imbocco della Val Varaita, in una parte della Regione Piemonte che vanta una gloriosa e antica tradizione di artigianato del legno: qui si trovano maestri minusieri incisori, scultori, intarsiatori. Il terreno ideale per un prodotto come l’arpa, che ha bisogno di essere creato con precisione, arte, amore e passione.

I nostri strumenti I nostri strumenti

Un particolare ringraziamento alla natura che offre lo strumento essenziale per realizzare le arpe Salvi. Il solido acero del Cananda è selezionato per garantire all’arpa Salvi stabilità e resistenza nel tempo. Per la tavola armonica è utilizzato il migliore abete rosso proveniente dalle foreste della Val di Fiemme, nel Trentino, Italia, lo stesso legno con cui Antonio Stradivari costruiva i suoi insuperabili violini. Il collo è realizzato in multistrato di faggio e acero che assicura un’elevata resistenza alla torsione e consente di difendere nel tempo lo strumento dal carico delle corde e di mantenere a lungo l’accordatura.

 

Se il design di arpe celebri come Diana, Minerva, Iris, autentiche pietre miliari nella storia di questo strumento, ha conservato intatto nel tempo il suo fascino, è invece aumentata la sonorità.

Il lavoro sui materiali, sulle finiture, sulle tavole armoniche, sulle casse di risonanza, sulle meccaniche si misura in qualità, robustezza, resistenza e soprattutto in decibel. Un tempo le arpe venivano suonate in piccole sale. La risonanza era adeguata. Ora si suona negli auditorium e il volume deve andare di concerto.

L’esperienza dei liutai e un reparto Ricerca e Sviluppo unico nel mondo dell’arpa hanno reso le arpe Salvi strumenti di precisione assoluta, ponendo la tecnologia al servizio della tradizione e della manualità.

Le strategie aziendali non riguardano soltanto il prodotto. L’assetto di Gruppo prevede posizionamenti precisi dei diversi marchi e delle relative collezioni, mentre in ambito commerciale sono in avanzato stato di studio iniziative per portare e diffondere la cultura dell’arpa oltre i tradizionali confini dell’America e dell’Europa, anche mediante una riorganizzazione del sistema di distribuzione.

Scegliere un’arpa Salvi quindi non vuol dire solo contare su un prodotto di altissimo livello; significa disporre degli strumenti per far crescere la propria musica. Un impegno totale, per affermare un rapporto esclusivo con gli arpisti di tutto il mondo, dalle giovani promesse ai professionisti affermati. In altre parole: pura armonia.

https://www.ceccherinimusic.com/shop/?s=SALVI&post_type=product